La collina del festival (in memoria di i. leonidov)

- Torna alla lista dei progetti -

Anno: 2002
Committente: Concorso 'La collina del Festival'
Luogo: Samara (Federazione Russa)
Stato: -Partecipazione a concorso-

Concorso Internazionale di progettazione riservato a studenti di architettura

18a.jpg
18b.jpg
18c.jpg
18d.jpg


Sistemazione dell'area del Festival della musica d'autore 'Gruscin' presso la città di Samara (Federazione Russa). Un lago, un palco, una collina, la ferrovia situate a quote diverse sono gli elementi caratterizzanti del sito di progetto; relazionarli in maniera forte e coerente è l'obiettivo cui aspiriamo. Il grande teatro con la scalinata di accesso e il piano inclinato che converge nel palco articolano la collina di Gruscin trovando un meditato rapporto con l'ambiente circostante nei limiti prefissati dalle necessità derivanti dal numero elevato dei fruitori. Il progetto si caratterizza per la semplicità d'impianto e la chiarezza formale dei suoi elementi principali: il teatro nelle parti terminali si frantuma lasciando la possibilità agli elementi naturali di contaminarlo e nel punto di contatto con il lago, una terrazza panoramica che ricostituisce parzialmente la geometria originaria realizza il terminale. La scalinata d'accesso, taglia in due parti le gradinate e congiunge i diversi livelli del versante collinare con il palco, costituendo per i visitatori un asse visivo che li connette direttamente al palco principale fulcro di tutta l'area del festival, accogliendo una serie di servizi (ristoro, servizi igienici, strutture per la proiezione) posizionati all'interno dei volumi che emergono dalla stessa. Il teatro e la scalinata comunicano anche attraverso un sistema di rampe contenute all'interno dei due elementi cilindrici, collocati all'intersezione dei corpi principali. Un percorso panoramico, collega la stazione, le due piazze a quote diverse e il teatro con il centro della canzone d'autore, la lunghezza è determinata dalla scelta di rispettare la pendenza naturale del versante collinare per permettere una visuale ampia e continua sul complesso. Negli spazi che il percorso individua, una serie di giardini naturalistici attireranno i fruitori a godere dell'intero complesso anche attraverso itinerari variabili e soggettivi. Il centro della canzone d'autore è costituito nell'attacco a terra da un grande portico da cui emergono una serie di volumi ad altezza variabile che simulano insieme al teatro e alla scalinata lo sky-line tipico delle città russe fluviali.